La banda musicale

4. LA BANDA MUSICALE

Dopo la Confraternita del SS. Sacramento, presente a Monte Roberto almeno dal 1547, la Banda Musicale è l’istituzione-associazione più antica del paese. Trae origine da un gruppo di studenti di musica cui faceva scuola nel corso del 1874 il maestro Odoardo Gabbianelli.[17] Comunque già dal 1722-23, come abbiamo già scritto, il maestro di scuola era tenuto anche ad insegnar canto alla gioventù e a quanti lo avessero voluto. La Scuola di Musica fu ufficialmente istituita il 15 settembre 1874: “questa – recita la delibera del Consiglio Comunale – non solamente recherebbe un bene morale alla Popolazione allontanando dall’ozio molti giovani ma potrebbe essere fornita anche di materiali vantaggi per coloro che avendo attitudine vi si applicheranno con speciale impegno”; accoglieva quindi “l’offerta del Sig. Odoardo Gabbianelli giovane del luogo bene istruito nella musica, il quale verso un tenue compenso si potrebbe a fare degli allievi ed a formare un concerto” e si decideva di accordare “al detto maestro l’annuo assegnamento di lire centoventi a cominciare dal 1 gennaio 1875”.[18]

Diploma dipinto a mano rilasciato ad Emilio Tesei (1894-1945) per aver fatto parte del corpo musicale dei prigionieri di guerra a Mauthausen nel 1917.

Il maestro Odoardo Gabbianelli, fondatore della banda aveva studiato musica aiutato finanziariamente dal Comune;[19] nel 1868 il contributo del L. 3 mensili fu dato “con obbligo al Gabbianelli di suonare gratuitamente l’organo le Feste nella Chiesa Parrocchiale”. In pochi anni la banda riuscì a crescere e ad affermarsi, sempre sotto la direzione del maestro Gabbianelli. Prestava servizio sia a Monte Roberto che nei paesi limitrofi dove spesso veniva invitata, ad esempio a Cupramontana, per cerimonie e raduni politici. Il centenario della fondazione fu celebrato il 26 settembre 1965, un decennio prima del centenario della data di nascita ufficiale; prima del 1875 era forse unita a quella di Castelbellino: nel 1902 la Banda di Monte Roberto è infatti chiamata “Autonoma”[20] in occasione delle celebrazioni furono premiati i benemeriti della banda musicale: Getulio Barocci, Domenico Barocci, Icilio Priori, David Scaraboni e Leoncino Annibaldi.[21]

La Banda Musicale di Monte Roberto nel 1945-46 circa.

Dal 1998 fu unita a quella di Castelbellino formando la “Banda dei Due Castelli”, fino a quando dal 2009 la banda di Castelbellino volle ritornare autonoma. A Pianello Vallesina nel 1981 fu fondata “La Banda Musicale e Majorettes”, tuttora in piena attività e ricca di iniziative. Nel primo dopoguerra (1947) tuttavia sempre a Pianello si era costituita una banda formata per lo più da elementi che già erano nella formazione bandistica di Castelbellino.

La Banda Musicale di Pianello Vallesina nel 1948.

Era formata da circa 35 elementi tra anziani ed allievi, il debutto avvenne a Pianello in piazza della Vittoria con l’opera “La forza del destino” di G. Verdi. Attorno alla banda si era creata in quegli anni un’atmosfera di grande entusiasmo tra tutta la popolazione; il repertorio consisteva soprattutto nell’esecuzione di opere liriche e non poche erano le richieste per feste religiose e non. Negli anni successivi molte furono purtroppo le defezioni in particolare di elementi giovani che per motivi di lavoro si videro costretti ad emigrare in altre città, compromettendo così la funzionalità della banda stessa che nella seconda metà degli anni Cinquanta dovette cessare la propria attività.


[17] Ivi, p. 784, 21 giugno 1874.

[18] Ivi, pp. 808-809.

[19] Ivi, p. 232, 30 novembre 1868; p. 373, 27 maggio 1870.

[20] Guida illustrata di Jesi e della vallata dell’Esino, Tip. Romagnoli, Castelplanio 1902, p. 163.

[21] Cfr. Ha cent’anni la banda di Monte Roberto, in Voce della Vallesina, n. 39 del 26 settembre 1965.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *