https://www.huffingtonpost.it/entry/ma-questa-destra-e-anche-prodotto-di-questa-sinistra_it_61617451e4b0196444252c74?utm_hp_ref=it-homepage

un frammento del” Testo Unico del 2 settembre 1928 n. 1993:’Art. 72. Riconosciuta l’identità personale dell’elettore, il presidente, estrae una scheda da ciascuno dei due pacchi di schede, che ha sul tavolo dell’ufficio, e le consegna all’elettore dopo avergli apposto sulla faccia esterna il bollo dell’ufficio e la sua firma o avervi fatta apporre quella di uno scrutatore. (Fino qui, tutto sta nella normale procedura, ndr).Il presidente avverte l’elettore che deve far uso della scheda tricolore se intende rispondere affermativamente alla domanda contenuta nella scheda stessa, o di quella bianca se intende rispondere negativamente.(Qui si spiega la presunta libertà di voto, ndr). L’elettore si reca in una delle cabine a ciò destinate ed esprime il suo voto scegliendo la scheda preferita, che deve ripiegare secondo le indicazioni in essa contenute e chiudere inumidendo la parte ingommata. Prima di abbandonare la cabina introduce nell’urna ivi situata la scheda non preferita. Egli poi si reca presso il tavolo dell’ufficio e consegna al presidente la scheda prescelta per l’espressione del voto’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.